Spinometria 3D


DIAGNOSI POSTURALE

 

BIOMEDICA POSTURALE

 

La Biomedica Posturale è l’area di inquadramento delle problematiche posturali proposta dalla Diagnostic Support in stretta collaborazione con i più importanti centri universitari e di ricerca italiani per investigare le problematiche dei disordini posturali, meglio inquadrati all'interno della S.B.P. Sindrome Biomeccanico-Posturale.


La Biomedica Posturale e’ quindi il campo di applicazione clinica che permette allo specialista di individuare e valutare le disfunzioni della postura avvalendosi di metodiche diagnostiche strumentali.


Le valutazioni Bio-Posturali consistono nell’analizzare il paziente con un esame morfologico del rachide e del piede.
Tutto questo senza far assorbire nessuna radiazione al paziente, con il vantaggio di poterlo sottoporre a più controlli periodici

 

 

 

VISITA POSTUROLOGICA

 

INQUADRAMENTO GLOBALE

 

VALUTAZIONE STRUMENTALE

 

SPINOMETRIA

 

Surfacer System, attraverso i dati dell'acquisizione, è in grado di presentare i valori relativi al piano sagittale a livello cervicale, dorsale e lombare e quindi l'angolo cervico-dorsale e dorso-lombare. Lo studio dei paramorfismi delle superfici, ulteriore innovazione del Sistema Surfacer, è in grado di evidenziare (per il lato destro e per quello sinistro) le asimmetrie muscolo-scheletriche.
L'insieme dei dati facilita, con assoluta precisione, l'approfondimento della condizione attuale del paziente e le modifiche nel tempo, anche a seguito di trattamenti.
 

 

 

 

 

 

PODOSCOPIA COMPUTERIZZATA

Test statico

L'indagine statica è il risultato medio delle oscillazioni del corpo visualizzate con differente scala cromatica (10 livelli) espressi in percentuale del valore massimo di carico (M).

La proiezione a terra del baricentro corporeo (C) facilita l'individuazione di spostamenti antero/posteriori del tronco, mentre le proiezioni al suolo dei due arti (S - D) permettono una valutazione dello squilibrio pelvico del paziente misurandone il relativo grado di rotazione.

L'esame è completato da valori numerici di superficie e carico globali (di ciascun piede) e parziali (relativi al retropiede, al mesopiede ed all'avampiede) misurati sia nell'indagine statica che in quella dinamica.

I valori del test Statico sono raccolti nella scheda di refertazione I.B.P. che presenta 10 indicatori. L'utilizzo dell’IBP a seguito di una indagine con calzature consente di verificare la variazione degli indicatori a calzatura con correzione.

 

BARODOPOMETRIA

Questo test studia il passo ed in particolare la capacità del soggetto a ripetere il test mantenendo le medesime caratteristiche di carico e direzione (coordinamento motorio).

L'esame infatti prevede l’esecuzione di almeno tre o quattro dinamiche nei due sensi di marcia, per rilevare il passo, ovvero tre impronte consecutive in pedana.

A seguito delle varie impronte acquisite il software elabora l’impronta media pressoria ed i valori numerici relativi ai dati quantitativi.

L'analisi del cammino consente di rilevare nei vari momenti dell'appoggio il centro di pressione del singolo piede e la risultante del passo, con valori relativi al ciclo del passo (tempi di attacco/stacco/volo, velocità di spostamento, passi al minuto, lunghezza del passo) oltre a superfici, carichi, curve di picco, valori medi e deviazione standard.

STABILOMETRIA

INDICATORI DELL' INDAGINE

 

EVIDENZE SEGNALATE ATTRAVERSO L' IBP

 

FRUIBILITA'  DELL' IBP

 

CORRELAZIONE TRA MUSCOLI E SIMMETRIE