Ginnastica Correttiva


La Ginnastica Medica Correttiva applicata nel trattamento dei paramorfismi e dismorfismi intesi come manifestazione di non armonico sviluppo del sistema osteo-muscolare nei giovani in accrescimento.
 
 

A cosa serve

Il nostro lavoro ha lo scopo di usare le conoscenze del comportamento psicomotorio visto nella sua globalità per una migliore percezione di postura e movimento, anche se il principio terapeutico risiede nel controllo della posizione e del movimento innaturale o abnorme.
 
Ottimi risultati in trattamenti per scoliosi vere, atteggiamenti scoliotici, piedi piatti, cavi, controllo delle dismetrie degli arti inferiori, ipercifosi e spalle intraruotate, scapole alate, torace astenico etc.
 
Come funziona

 

Il trattamento prevede l'applicazione di due sedute a settimana in palestra  .

L'attività è basata sull'applicazione di posture compensative ai vizi posturali.
 
Le posture devono essere mantenute durante l'apprendimento di giochi sensoriali in forma ludica per sviluppare tutte le funzioni senso-motorie che in un bambino sono fondamentali e comprendono esperienza sensoriale, presa di coscienza del corpo ed esperienza con piccoli attrezzi (per la distribuzione della forza muscolare, abilità di coordinazione oculo-manuale, propriocettiva ed equilibrio).
 
L'importanza di associare tecniche e metodi che possono apparire sin dall'inizio meccanicistiche spesso limitate all'elemento patologico, ma se associate a programmi psicomotori specifici e ad un ottima compliance con il paziente possono portare a risultati evidenti.
 
Un altro aspetto da non dimenticare è l'educazione dell'individuo all'autocorrezione e alla sensibilizzazione sulla base della comprensione del trattamento proposto e motivazioni dello stesso sin dalle prime sedute per una efficace integrazione della correzione posturale negli atteggiamenti e gestualità della vita quotidiana.